Mini Artista

“L’uomo non smette di giocare quando invecchia ma invecchia quando smette di giocare “(J.B. Shaw)

il laboratorio

È risaputo ed universalmente accettato che l’attività del gioco educativo è fondamentale per lo sviluppo motorio e cognitivo di tutti i bambini. Attraverso il gioco, i bambini imparano a concentrarsi, a seguire delle linee guida, a socializzare e ad affinare le capacità di ragionamento.

Privare il bambino del gioco è come privarlo della possibilità di “allenarsi alla vita”.

Ogni giorno, i bambini sono sottoposti a tanti stimoli e, spesso, assumono un ruolo passivo, soprattutto di fronte ai media come tv, internet e simili. Sono sempre di più le famiglie che cercano per i loro bambini uno svago diverso, più sano, che sia in grado di focalizzare la loro attenzione lontano dalle moderne tecnologie e che al contempo sappia sviluppare capacità importanti come: pensiero logico, problem solving, socializzazione, ma anche il divertimento.

Negli ultimi tempi, le famiglie stanno riscoprendo sempre di più i giochi in famiglia. Prima dell’avvento dei telefonini e dei giochi elettronici, aprire la scatola di cartone colorata e piazzare tabellone e pedine era un rito.
Poi l’avvento del gioco elettronico, di quello digitale ed infine di quello virtuale.
Nei primi anni di vita, il gioco si svolge con i materiali che i bambini hanno a portata di mano (materiali della vita quotidiana dei genitori, oppure giocattoli propriamente detti).

Questi oggetti oggi sempre più spesso integrano una dimensione digitale (uno schermo, un riproduttore di suoni, una videocamera o dei sensori digitali) o sono oggetti di «natura» propriamente digitale: lo smartphone, il tablet e il notebook, la Apple TV e il decoder di Sky dei genitori e le consolle per videogiochi.
E questi, in un ambiente sempre più solitario e asettico, si stanno sostituendo in maniera preoccupante ai cosiddetti giochi da tavolo.

Non si finisce mai di imparare, e questa regola vale sia per i giovani che per gli adulti.
Anche gli adulti possono imparare dai giochi e se questi sono condivisi con i figli, l’attività ludica può diventare un luogo di conoscenza e comprensione reciproca.

Le informazioni

Cos’è?
L’artista è colui il quale genera un insieme di attività di carattere ludico, sportivo e ricreativo, finalizzate all’intrattenimento e alla conoscenza reciproca.
L’obiettivo del nostro mini-artista è la cooperazione, l’unione e l’affiatamento sia in famiglia, che fra amici o in altri contesti sociali. Il mini-artista sarà, perciò, sempre in grado di proporre delle attività da fare in compagnia, in ogni luogo, enfatizzando le occasioni di scambio e di socialità e promuovendo lo sviluppo di dialogo e collaborazione con i suoi pari, ma anche con gli adulti.

Come?
Il corso, che darà ai bambini l’opportunità di ricevere il brevetto di mini-artista, sarà suddiviso in tre fasi: una prima fase di conoscenza e sviluppo delle attività; una seconda fase di allenamento al contatto con il pubblico; e una terza ed ultima fase di messa in atto delle abilità acquisite.

Conoscenza e sviluppo delle attività:
Nell’arco degli appuntamenti mensili, i bambini saranno coinvolti in prima persona nello sviluppo delle attività e abbandoneranno la dimensione di semplici spettatori, diventando promotori dell’intrattenimento. Ogni mini-artista deve sviluppare le proprie capacità artistiche e laboratoriali, ma anche abilità di gioco ed intrattenimento.

Le lezioni si svilupperanno perciò attorno a quattro momenti che avranno l’esplicito obiettivo di divertire i partecipanti e, allo stesso tempo, attivare l’apprendimento. I docenti insegneranno ai bambini l’arte dell’animazione, attraverso lo sviluppo di quattro abilità:

  1. DANCE ABILITY
  2. SHOW ABILITY
  3. PLAY ABILITY
  4. LAB ABILITY

 

  1. DANCE ABILITY
    I mini-animatori impareranno a coinvolgere tutto il loro pubblico in balli e coreografie a suon di musica e l’unica imprescindibile regola sarà lasciarsi andare.
  2. SHOW ABILITY
    I mini-animatori faranno proprie tutte le tecniche per poter dare vita ad un vero e proprio show che vedrà impegnati in fantastiche avventure ed attività i partecipanti di tutte le età.
  3. PLAY ABILITY
    I mini-animatori apprenderanno tutti i trucchi per coinvolgere gli spettatori in prove spassose: quiz, test e sfide creative.
  4. LAB ABILITY
    I mini-animatori dovranno spronare alla collaborazione nella realizzazione di semplici ma creativi lavoretti: un piccolo pupazzo di stoffa o un braccialetto realizzato con tessuti, pasta, materiali di scarto.
    Lab Ability permetterà a tutti i partecipanti di imparare a lavorare in squadra e a gioire per un risultato ottenuto da tutti ma con la partecipazione di ciascuno.

Allenamento al contatto con il pubblico:
È essenziale per un buon mini-artista sviluppare la capacità di saper scegliere le giuste attività da proporre ad ogni tipo di pubblico.
In questa fase del corso, quindi, i bambini si alleneranno al public speaking e diventeranno abili a mantenere alta l’attenzione anche del pubblico più difficile.

Messa in atto delle abilità acquisite:
Al termine e durante ogni fase del corso i mini-animatori saranno invogliati a mettere in pratica le abilità sviluppate, proponendole ai propri spettatori personali: genitori, fratelli, amici, nonni, vicini di casa.
I mini-animatori porteranno l’intrattenimento in ogni dove!
I familiari o gli amici scelti come pubblico si troveranno al centro di un vero e proprio momento di varietà, creato appositamente per loro.
Saranno perciò, a loro volta, spettatori e protagonisti di coreografie, sfide creative, quiz, test e competizioni sportive, così come i bambini lo sono stati durante il corso.

DESTINATARI

Il laboratorio è rivolto ai bambini di età dai 5+ anni

numero minimo: 7
numero massimo: 12

mattina: 10:00 – 12:00
pomeriggio: 16:00 – 18:00

4 lezioni da 90 minuti cadauna

90,00

euro / bambino

90,00Aggiungi al carrello

I corsi sono divisi in 5 livelli.
Al termine di ogni livello ai bambini verrà rilasciato il brevetto di “mini artista”.

i docenti

Chiara Frenda

Mini Artista

Laureata in Mediazione Linguistica e Culturale presso l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”. Formatrice teatrale, specializzata in scrittura creativa. Ha conseguito l’attestato di qualifica professionale teatrale nel progetto “Teatrovivo”: Professionalità per un teatro educativo e sociale”.

Claudia Paglione

Mini Artista

Laureata in scienze dell'educazione e della formazione; educatrice per l’infanzia; formatrice teatrale

Marta Cerino

Mini Artista

Educatrice per l’infanzia; diplomata in danza moderna e classica; coreografa.

Nico Caprio

Mini Artista

Attore; Animatore turistico. Consegue il diploma di recitazione presso l'accademia del Teatro Totó di Napoli. Partecipa a diversi progetti videoweb comici collaborando anche con volti noti del mondo dello spettacolo.

School At Home copyright © 2021. All rights reserved | Developed by logo 2812

                      Norme sulla privacy | Termini e condizioni di vendita