Laboratorio – Mini Artista

90,00

È risaputo ed universalmente accettato che l’attività del gioco educativo è fondamentale per lo sviluppo motorio e cognitivo di tutti i bambini. Attraverso il gioco, i bambini imparano a concentrarsi, a seguire delle linee guida, a socializzare e ad affinare le capacità di ragionamento.

Privare il bambino del gioco è come privarlo della possibilità di “allenarsi alla vita”.

12 disponibili

COD: LAB-MA Categoria:

Descrizione

È risaputo ed universalmente accettato che l’attività del gioco educativo è fondamentale per lo sviluppo motorio e cognitivo di tutti i bambini. Attraverso il gioco, i bambini imparano a concentrarsi, a seguire delle linee guida, a socializzare e ad affinare le capacità di ragionamento.

Privare il bambino del gioco è come privarlo della possibilità di “allenarsi alla vita”.

Ogni giorno, i bambini sono sottoposti a tanti stimoli e, spesso, assumono un ruolo passivo, soprattutto di fronte ai media come tv, internet e simili. Sono sempre di più le famiglie che cercano per i loro bambini uno svago diverso, più sano, che sia in grado di focalizzare la loro attenzione lontano dalle moderne tecnologie e che al contempo sappia sviluppare capacità importanti come: pensiero logico, problem solving, socializzazione, ma anche il divertimento.

Negli ultimi tempi, le famiglie stanno riscoprendo sempre di più i giochi in famiglia. Prima dell’avvento dei telefonini e dei giochi elettronici, aprire la scatola di cartone colorata e piazzare tabellone e pedine era un rito.
Poi l’avvento del gioco elettronico, di quello digitale ed infine di quello virtuale.
Nei primi anni di vita, il gioco si svolge con i materiali che i bambini hanno a portata di mano (materiali della vita quotidiana dei genitori, oppure giocattoli propriamente detti).

Questi oggetti oggi sempre più spesso integrano una dimensione digitale (uno schermo, un riproduttore di suoni, una videocamera o dei sensori digitali) o sono oggetti di «natura» propriamente digitale: lo smartphone, il tablet e il notebook, la Apple TV e il decoder di Sky dei genitori e le consolle per videogiochi.
E questi, in un ambiente sempre più solitario e asettico, si stanno sostituendo in maniera preoccupante ai cosiddetti giochi da tavolo.

Non si finisce mai di imparare, e questa regola vale sia per i giovani che per gli adulti.
Anche gli adulti possono imparare dai giochi e se questi sono condivisi con i figli, l’attività ludica può diventare un luogo di conoscenza e comprensione reciproca.

School At Home copyright © 2021. All rights reserved | Developed by logo 2812

                      Norme sulla privacy | Termini e condizioni di vendita